Curata dal Gruppo micologico Sacilese, è la rassegna principale della Festa dei Funghi. Espone al pubblico circa 400 specie fungine accompagnate da cartellini identificativi, caratterizzati dalla fotografia a colori che illustra ogni specie nel suo habitat naturale e da tutte le informazioni che la riguardano, commestibilità inclusa.

Poche persone immaginano quale sia il retroscena di una mostra come quella di Budoia che, data la breve conservabilità del fungo, richiede due raccolte, una per ognuna delle domeniche.

Decine di raccoglitori, muniti di particolari permessi a fini didattici, si mobilitano nei boschi di un vasto comprensorio, che si estende dal Cadore alla Carnia; esperti micologi si occupano dell’opera di classificazione, talvolta perfino con l’ausilio del microscopio.

Negli ultimi anni, con la realizzazione della Rassegna tartuficola l’attenzione si è rivolta anche ai tartufi, visto che recenti ricerche hanno dimostrato un’interessante presenza in Friuli Venezia Giulia.

Con i suoi 42 anni di storia, la Mostra Micologica è ormai uno strumento primario a livello regionale di divulgazione della conoscenza dei funghi; inoltre a Budoia è presente una ricca sezione micologica presso la biblioteca civica.

Grazie a queste prerogative Budoia è stata scelta come sede dei corsi di formazione a cui gli appassionati di funghi devono partecipare per ottenere il patentino necessario alla raccolta.

Altro

Chi siamo

Scopri di più sulla ProLoco Budoia Asp

Galleria

Vedi la raccolta dell’ultimo anno

Attività 2022

L’elenco delle attività programmate per il 2022